brutta ma buona

3 novembre 2011 § 1 Commento


Se avete 4 tavolette di cioccolato amaro colombiano da finire questa ricetta è perfetta. È una torta fondentissima (ma veramente fondentissima, dal cuore morbido e, a dispetto del nome, nemmeno tanto brutta. Non contiene né farina né lievito, per cui non illudetevi che resti gonfia come appena estratta dal forno: dopo pochi minuti precipiterà e si ricoprirà di crepe, riempiendovi di disperazione.

ingredienti
4 uova
220 g di zucchero Muscovado
200 g di cioccolato amaro
130 g di burro
30 g di zucchero a velo

Preriscaldate il forno a 180°.
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro a pezzi. Nel mentre montate le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto cremoso. Quando si sarà intiepidito unite il cioccolato fuso, amalgamate bene, versate in una tortiera di 24 cm di diametro ben imburrata e infarinata e infornate per una ventina di minuti. Estraete la torta dal forno. Sarà bella gonfia, come vi avevo promesso. Bene: rompetene la crosta con un oggetto affilato, tipo il bordo di un cucchiaio, fino a ottenere tante piccole scaglie, e rimettetela in forno per altri 5/10 minuti. Sfornatela, lasciatela raffreddare e cospargetela di zucchero a velo.

Annunci

Tag:,

§ Una risposta a brutta ma buona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo brutta ma buona su nanocucina.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: