focaccia dolce con marmellata di ciliegie

16 luglio 2012 § 6 commenti


Era un po’ di tempo che volevo mettere mano all’impasto n°2 della cuochina e finalmente lo scorso weekend il mio licoli si è ripreso dopo un momento di debolezza estiva, probabilmente dovuto al cambio di farina.
Dunque, le regole del gioco sono poche: ingredienti e peso dell’impasto devono rimanere quelli indicati nella ricetta, anche se la natura degli ingredienti potrà essere variata.
Per dirla più semplicemente:
– 120g di farina di forza può diventare: 80g di forza+40g debole, ma anche 60g di forza+30g di farina saraceno+30g di semola; e così via.
– 40 g di latte può diventare: 40g di acqua oppure 20g di latte+20g di acqua; e così via.
30g di tuorlo può diventare: 20g di tuorlo+10g di latte; e così via.

ingredienti
120 gr di farina di manitoba
55 gr di licoli o licoluva o licolmela
40 g di latte
30 g di zucchero
30 g di uovo un uovo intero
40 gr di burro a temperatura ambiente
un pizzico di sale
mezzo vasetto di marmellata (io ho usato la marmellata biologica di ciliegie Rigoni di Asiago)
zucchero semolato per spolverare

Montate l’uovo con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e bianco.
Aggiungete il licoli rinfrescato almeno tre volte con la stessa farina dell’impasto. Setacciate la farina e aggiungetela a cucchiai, mischiando inizialmente con una forchetta. Quando sarà completamente assorbita rovesciate sulla spianatoia e impastate bene fino a ottenere un composto sodo e liscio che non si appiccichi alle mani. Unite il burro morbido un pezzetto alla volta, l’impasto deve mantenere l’incordatura, date un giro di pieghe e lasciate riposare per una mezz’ora coperto a campana (autolisi). Riprendetelo, aggiungete il sale, impastate ancora qualche minuto e fate lievitare fino al raddoppio in una ciotola ben coperta e al riparo da spifferi. Sempre che in casa vostra ci siano spifferi in questa stagione. Da me per esempio NON.
Quando sarà ben gonfio dividetelo in due e stendetelo in sfoglie di circa mezzo cm di spessore. Disponete la prima su una teglia rivestita di carta forno, ricopritela con la marmellata che avete scelto e richiudete con la seconda sfoglia, sigillando bene i bordi. Lasciate riposare coperto per un’altra ora e spolverate con zucchero semolato. Accendete il forno a 190° (statico). Quando avrà raggiunto la temperatura infornate la focaccia fino a quando avrà assunto un bel colore dorato. Sconsiglio di assaggiarla appena sfornata (AHEM), perché come certo saprete la marmellata raggiunge temperature non misurabili dalle apparecchiature umane. Fredda va bene. Tiepida è ancora meglio, la componente burrosa è avvertibile più chiaramente. E questo, cari signori, è un bene!

Annunci

§ 6 risposte a focaccia dolce con marmellata di ciliegie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo focaccia dolce con marmellata di ciliegie su nanocucina.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: